hai aggiunto

  in ordine
Totale Prodotti
Totale Prodotti MUTUABILI

NEWCAP ANNURCA 45CPS

NEWCAP ANNURCA 45CPS

28,90 €

Buona Disponibilità

1167,68 €/Kg

NEWCAP ANNURCA Confezione: 45 capsule acido-resistenti da 550 mg Ingredienti e quantitativi per dose massima giornaliera consigliata (2 capsule) Principi attivi: Mela annurca frutto estratto secco 800 mg Miglio frutti estratto secco 50 mg Biotina 100 mcg (200%NRV*) Selenio 55 mcg (100%NRV*) *NRV: valore nutritivo di riferimento giornaliero. Eccipienti: Maltodestrine, agente antiagglomerante: sali di magnesio degli acidi grassi (vegetale). Involucro: capsula vegetale acido-resistente (idrossipropilmetilcellulosa, agente di resistenza: gomma di gellano). Indicazioni: NewCap Annurca è un integratore alimentare a base di estratto secco di Mela annurca. Il prodotto è arricchito con Selenio e Biotina, che aiutano a mantenere i capelli in salute e Miglio che contribuisce al loro benessere. Modo d’uso: si consiglia l’assunzione di 2 capsule al giorno preferibilmente dopo i pasti principali. Proprietà degli ingredienti: Mela annurca (Malus pumila Mill.) frutto La mela annurca è una varietà pregiata di mela che nasce e cresce in Campania. La denominazione IGP di questa varietà è, infatti, “Melannurca Campana”. L’origine del nome è controversa: secondo alcuni storici e linguisti, pare che la mela annurca debba il suo nome alla zona in cui apparvero, in età preromana, le prime coltivazioni di questa varietà, allora denominata Mala Orcula. La zona è quella dell’antica città di Puteoli, oggi conosciuta come Pozzuoli, nei pressi del vicino “Orco”, ovvero del lago d’Averno (definito “orco” perché sede degli inferi secondo le credenze dell’epoca). La testimonianza più recente a riguardo è dello storico Giovanni Battista Della Porta che ribadisce, nella sua opera del 1583, che le mele provenienti dall’agro puteolano sono chiamate Orcole. Nei secoli successivi si sarebbero poi affermate le denominazioni Anòrcola e Annòrcola che hanno portato all’attuale denominazione “Annurca”. La mela annurca della Campania è facilmente riconoscibile dalla sua forma.  Rispetto alle altre varietà di mele diffuse nel Nord Italia è di dimensioni piuttosto ridotte, tondeggiante e leggermente appiattita. Dalla varietà annurca si ottengono due tipologie di pomi: - “Sergente”, caratterizzato dall’aroma acidulo e dal colore rosso tipicamente striato di giallo-verde; - “Caporale”, riconoscibile per il suo sapore dolce ed il colore rosso punteggiato di bianco. Oltre che per il sapore e per le proprietà nutritive, la mela annurca campana si differenzia sostanzialmente dalle altre varietà di mela soprattutto per il tipo di coltivazione e di raccolta. La mela annurca, infatti, viene raccolta quando è ancora acerba: a causa del suo peso eccessivo, la maturazione di questo frutto non avviene sugli alberi, ma in appositi teli di canapa, chiamati melai, distesi al sole. Negli ultimi anni, la mela annurca è stata oggetto di un'intensa opera di ricerca, volta a evidenziarne i particolari benefici per la salute, che sarebbero superiori rispetto ad altre cultivar di mele. Recenti studi hanno evidenziato che la frazione polifenolica (principalmente procianidine) della mela è responsabile di effetti benefici sulla salute tra cui: - Regolazione del metabolismo lipidico - Beneficio sulla microcircolazione - Antiossidante - Antiinfammatorio Miglio (Panicum miliaceum L.) frutti estratto secco Il miglio è una pianta erbacea annuale che appartiene alla famiglia delle Graminacee. Si tratta di un cereale usato soprattutto per l’alimentazione umana e animale, poiché, essedo ricco di amido, è una buona fonte di energia per l’organismo. Il miglio contiene inoltre numerosi minerali e vitamine, soprattutto del gruppo B, che possono aiutare a mantenere i capelli in salute; sembra infatti che le sostanze contenute nel miglio possano essere d’aiuto per rinforzare i capelli e prevenirne la caduta. Il miglio può essere considerato un rimedio naturale utile in caso di assottigliamento e diradamento dei capelli per rinforzare e ristrutturare i capelli e combatterne la caduta: in caso di capelli deboli o eccessiva perdita di capelli, è possibile dunque ricorrere all’assunzione di miglio come alimento o sotto forma di integratore alimentare. I benefici sui capelli sembra siano dettati da alcune sostanze di cui il miglio dispone naturalmente in grande quantità: magnesio, cistina, metionina, vitamine e ferro. In particolare, pare che siano proprio le proteine del miglio, contenenti aminoacidi solforati, a favorire la salute della chioma: viene infatti stimolata la formazione della cheratina, una sostanza di cui sono composti proprio i capelli e le unghie. Inoltre il miglio contiene anche acido silicico, utile per agevolare l’elasticità, la resistenza e la tonicità dei capelli. Il miglio è utile soprattutto nei periodi di stress o in quelle fasi della vita caratterizzate da grandi cambiamenti ormonali, quando la perdita dei capelli si fa più evidente: i nutrienti e gli attivi contenuti, infatti, sembra possano stimolare i follicoli. Biotina La Biotina, nota anche come vitamina H o vitamina B7, è un micronutriente essenziale, appartenente al gruppo delle vitamine del gruppo B. La Biotina costituisce una vitamina preziosa per l'intera economia cellulare, in quanto coenzima di numerosi enzimi, noti come carbossilasi, particolarmente attivi nel metabolismo intermedio. Enzimi come la Piruvato carbossilasi, la ProprionilCoA carbossilasi, la Metilcrotonil Coa Carbossilasi e l'AcetilCoA carbossilasi sono alcuni dei principali enzimi coinvolti nel metabolismo di zuccheri, grassi e proteine, che richiedono l'intervento della Biotina. Proprio in virtù del suo prezioso ruolo metabolico, la Biotina risulterebbe utile nel: - Trattamento di alcuni deficit enzimatici congeniti; - Miglioramento del metabolismo degli zuccheri, compromesso in alcune patologie come il diabete; - Miglioramento della qualità degli annessi cutanei, come dimostrato in particolari condizioni pediatriche caratterizzate dalla presenza di capelli sottili e fragili; - Nel miglioramento della qualità delle unghie; - Nel miglioramento del metabolismo intermedio. Selenio (da L-seleniometionina) Il selenio è un oligoelemento e un micronutriente essenziale per l'uomo. Nell'organismo umano, il selenio è presente in forma organica (selenocisteina o selenio-cisteina e selenometionina o selenio-metionina) e inorganica (seleniti e selenati). Il selenio organico è presente soprattutto come selenocisteina ed è un cofattore degli enzimi antiossidanti glutatione perossidasi e tioredossina disolfuro reduttasi, che proteggono le membrane cellulari dallo stress ossidativo. Grazie alla sua capacità di proteggere le membrane cellulari dall'ossidazione, il selenio ha quindi un effetto protettivo nei confronti delle malattie cardiovascolari. Il selenio organico è anche utilizzato nel metabolismo degli ormoni tiroidei, sotto forma di cofattore per 3 enzimi deiodasi o deiodinasi. È quindi necessario alla trasformazione della tiroxina (T4) in triiodotironina (T3), e come tale svolge un ruolo di primo piano nel supportare la funzione tiroidea. Il selenio è benefico anche per i nostri capelli: ne migliora i ritmi di crescita e, in associazione con lo zinco, aiuta ad avere capelli più forti e lucenti. Interazioni: Non sono note interazioni con altri prodotti. Effetti collaterali: Non sono noti effetti collaterali connessi all’utilizzo del prodotto; evitare in caso di accertata ipersensibilità ad uno o più ingredienti del prodotto. Conservazione: Conservare in luogo fresco e asciutto. Avvertenze: Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni. Non superare la dose giornaliera consigliata. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un sano stile di vita. 

Modalità di Consegna Mostra

Codice Prodotto

979278153

Informazioni Richiedi

Powered by: Prenofa - Web design: Fulcri srl - Privacy Policy